Event Time: / Event Location:

Tre opere liriche, in programma dal 17 al 23 novembre, chiuderanno il ciclo del Ravenna Festival 2017. Le opere proposte da Cristina Mazzavillani Muti e dallo staff del Ravenna Festival saranno dirette da Vladimir Ovodok, uno dei primi allievi dell’Italian Opera Academy di Riccardo Muti, che sarà a capo dell’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini e del Coro del Teatro Municipale di Piacenza istruito da Corrado Casati.

Lo sguardo sul tempo e sulle mutazioni che sempre accompagnano il traghettare da un secolo all’altro e in particolare l’affacciarsi del ’900, sarà il focus della scelta dei titoli che compongono la trilogia 2017 in programma al Teatro Alighieri dal 17 al 23 novembre.
Composti nell’arco dell’ultimo decennio del XIX secolo, “Cavalleria rusticana” (1890 Roma, Teatro Costanzi), “Pagliacci” (1892 Milano, Teatro Dal Verme), “Tosca” (1900 Roma, Teatro Costanzi), risentono degli influssi delle nuove sensibilità che corrono per l’Europa, incarnando le istanze di un’adesione al reale per quello che è e per come si manifesta, nei suoi aspetti più materiali e crudi, intendendo così darne una rappresentazione più vera.

Scopri il programma

Prenota il tuo soggiorno